Editoriale L'Idea N.64
Make your own free website on Tripod.com

EDITORIALE L'Idea N.64.


>La stampa, lo sappiamo, può diventare uno strumento di vitale importanza. Un giornale è l’espressione di chi collabora alla realizzazione dello stesso e quasi sempre rappresenta la società che lo sponsorizza economicamente. Tutto questo può cambiare con il passare del tempo ed è appunto quello che è accaduto all’IDEA.

A cominciare da questa edizione l’IDEA rappresenta, oltre alla comunità, chi ci lavora dentro, chi impiega il proprio tempo libero per la sua realizzazione. Il camuffarsi o nascondersi dietro il muro protettivo di un club non ha più senso. La redazione dell’IDEA si assume quindi la completa responsabilità delle proprie azioni.

La privatizzazione dell’Idea s’è resa necessaria per garantire non solo la sopravvivenza della rivista, ma anche e soprattutto il miglioramento e l’espansione della stessa.

L’IDEA è e rimane sempre al servizio della comunità pugliese ed italiana. D’altronde non può essere altrimenti, in quanto il nostro sarà sempre un lavoro volontario e non retribuito.

Negli ultimi anni ci sono stati continui avvicendamenti, sia come organizzazione che come collaboratori. Non posso certo dire che questo sia l’epilogo o la meta finale, anzi, sono convinto che proprio da questa edizione inizierà la vera e propria ascesa dell’IDEA a rappresentante della comunità pugliese d’America.

Pertanto, miei cari e affezionati lettori, non fatevi influenzare da alcune voci messe in giro da qualche nostro ex-collaboratore che, essendosi associato per motivi strettamente personali, quando ha visto l’impossibilità di trarne del profitto, ha iniziato una campagna distruttiva contro questo giornale. Tutto quello che noi dell’Idea facciamo è alla LUCE DEL SOLE, senza inganni o pretese personali. Noi dell’IDEA abbiamo come meta VOI, che siete la nostra comunità. TALI SIAMO NATI E TALI RIMARREMO.

Continueremo ad informarvi ed aiutarvi con tutte le nostre forze, dato che proveniamo dalla stessa terra e dobbiamo considerarci fratelli. Il nostro è un periodico nato per aiutare tutti noi pugliesi a non dimenticare il nostro passato e le nostre tradizioni.

Auguri quindi alla nuova gestione dell’IDEA e gridiamo pure ai quattro venti il nostro orgoglio pugliese.


Siamo in novembre. Lo scorso mese di ottobre ci ha visti impegnati in tante attività e presentazioni alle quali l’IDEA partecipava come organo di stampa locale. Noi stessi abbiamo realizzato una Conferenza e Presentazione della nuova rivista BRIDGE (vedi articolo a pag. 4) . Da queste colonne devo doverosamente ringraziare tutti i partecipanti a tale manifestazione e alcune ditte che hanno collaborato (Bari Pork Store - Michael’s Restaurant - Bella Italia Pork Store - Italia Liquor Store), e le Società che hanno dato la sponsorizzazione (Circolo Culturale di Mola - Van Westerhout Cittadini - San Antonio di Grumo Appula).

Un ringraziamento e un augurio particolare devo riservarlo per la giornalista Flavia Pankiewicz per il coraggio e la professionalità con la quale ha saputo mettere a punto la rivista BRIDGE.