Editoriale L'Idea N.62
Make your own free website on Tripod.com

EDITORIALE L'Idea N.62.

Ci sono voluti tanti anni, tante lotte, tanti sacrifici e soprattutto tanta pazienza, ma la soddisfazione di aver raggiunto un’altra meta è grande. Non poteva essere diversamente.

Una rivista che si presenta così come si presenta l’IDEA, bella, attraente, professionalmente impaginata, con una varietà di articoli da soddisfare tutti, informativa sulle comunità d’America e d’Italia, con articoli scritti con la penna del cuore e della sincerità, mantenendoli sempre fortemente imparziali,non poteva non toccare il cuore dei nostri compaesani. Una rivista inoltre che viene sicuramente letta e che adesso viene anche conservata nella biblioteca di casa. CHE SODDISFAZIONE!!.

Questa grande attività culturale che si sta spargendo senza sosta come una macchia d’olio sul mare sta coinvolgendo tutti; la rivoluzione culturale iniziata circa venticinque anni fà sta a ritmo frenetico conquistando tutti i punti strategici della nostra comunità.

Le edicole di Mola di Bari, grazie anche all’interessamento dei nostri agenti e corrispondenti laggiù hanno esposto l’IDEA nelle loro vetrine rendendosi immediatamente conto dell’interesse della popolazione. Alcuni solo per semplice curiosità (chissà come scrivono i nostri emigrati..) e sono sicuro che non li abbiamo delusi, ed altri per aggiornarsi a quella che è la vita comunitaria in America (voglio rammentare al lettore che tanti di loro hanno vissuto e diviso con noi la vita dell’emigrante e adesso sono tornati al paese).

La popolarità della nostra rivista in Italia sta crescendo a vista d’occhio grazie ai contatti che abbiamo preso con vari giornali e riviste locali che di tanto in tanto pubblicano nostri articoli. Un grazie inoltre all’interessamento del Comune di Mola di Bari che adesso è certo di questa fiamma molese in terra d’America e che nel futuro spero vorrà usarci quale trampolino di lancio per altre attività culturali. Ringrazio anche la schiera di lettori che si sta formando in Italia e ai quali spero presto potremo inviare L’Idea direttamente a casa. Ringrazio soprattutto i nostri corrispondenti che hanno preso a cuore questa divulgazione e che sono parte essenziale di tanto successo.